The space where software solutions take shape

Distribuzioni Virtuali e Portabilità

Virtualization Infrastructures
Ogni qualvolta è possible ed il cliente acconsente, Spazio IT sviluppa ed installa le proprie soluzioni software su macchine virtuali. Questo approccio permette:

  • a Spazio IT di avere un controllo completo sulla configurazione dello “stack” software utilizzato dalla soluzione;
  • ad entrambi il cliente e Spazio IT di avere libertà e flessibilità totali su dove concretamente installare la macchina virtuale (un PC locale, un’infrastruttura di virtualizzazione locale, una VPS remota, un’infrastruttura di virtualizzazione remota o un’infrastruttura a cloud).

Macchina Virtuale Standard

Disks structure of the Standard Virtual Machine

Struttura dei dischi della Macchina Virtuale Standard

La Macchina Virtuale Standard, che Spazio IT al momento propone/consiglia, ha la seguente configurazione:

  • Sistema Operativo: consigliato CentOS, ma configurabile
  • Numero di processori: configurabile
  • RAM: configurabile
  • 2 Dischi (con 2 “Volume Groups” LVM diversi, uno ciascuno), e cioè:
    • “OS Disk”: che contiene il sistema operativo più, se e quando necessario, gli “add-ons” dell’infrastruttura di virtualizzazione (p.es. “VMware Tools”, “Virtual Box Additions”)
    • “Application Disk”: che contiene sia i programmi che i dati dell’applicativo.

    Entrambi i dischi hanno LVM e possono crescere o diminuire alla bisogna.

Portabilità Virtuale

Come si ottiene la portabilità

Come si ottiene la portabilità


L’infrastruttura di virtualizzazione preferita da Spazio IT è VMware; è per questo motivo che la macchina virtuale standard usa VMDK come formato per i dischi. In fatti, il formato VMDK consente un’interoperabilità immediata tra VMware e VirtualBox.

Nel caso la macchina virtuale dovesse essere installata/spostata su un’altra infrastruttura di virtualizzazione (p.es. Hyper-V, KVM) i dischi possono essere convertiti da un formato all’altro usando strumenti come qemu-img o Clonezilla. Questa conversione può essere eseguita in ogni momento, anche quando la macchina virtuale è operativa, e preserva tutti i dati degli utenti.

Un Esempio

Qui possiamo vedere la stessa macchina virtuale “guest” CentOS che gira su infrastrutture di virtualizzazione differenti.

CentOS su VMware

CentOS su VMware

CentOS su VirtualBox

CentOS su VirtualBox

CentOS su Hyper-V

CentOS su Hyper-V